Viaggio in Messico luglio 2019  
  Scritto da fuoridaltem  
  Inserito il 22-02-2019  
 

 

PROGRAMMA VIAGGIO IN MESSICO

19-30 LUGLIO 2019

scarica il pdf con le immagini

 

venerdì 19 luglio: partenza da Roma Fiumicino alle ore 15,20, con volo Lufthansa LH 1845 per Monaco di Baviera, con arrivo alle 16,50.

Alle 22,30 si parte per Città del Messico con volo LH520, con arrivo alle 4,05 di sabato 20 luglio.

sabato 20 luglio: all’arrivo a Città del Messico, in aeroporto, cambiamo i nostri euro: il tasso di cambio praticato qui è il migliore in assoluto in tutto il Messico, quindi conviene cambiare qui sia i soldi della cassa comune, sia quelli personali (non avremo un’altra occasione per cambiare qui; chi non lo farà qui dovrà poi accontentarsi di tassi di cambio meno vantaggiosi). Poi andiamo in taxi al nostro hotel (l’hotel dove andiamo tradizionalmente ha già comunicato di non avere disponibilità per luglio, quindi ne stiamo cercando un altro). Dopo esserci sistemati in hotel, andiamo (in autobus) a visitare il Museo Nazionale di Antropologia e Storia INAH. Al nostro arrivo, ci godiamo lo spettacolo mozzafiato dei Voladores, nativi Totonachi che eseguono un rituale straordinario (https://www.youtube.com/watch?v=Ls27SUorlM0). La visita al Museo, probabilmente il più ricco del mondo, prende tutto il giorno. Pranziamo al ristorante interno al Museo. A sera torniamo in hotel e andiamo a cena.

domenica 21 luglio: visita al misterioso e antico sito Olmeco di Chalcatzingo (due ore di viaggio nel nostro minivan privato con autista) (https://it.wikipedia.org/wiki/Chalcatzingo) per ammirare El Volador, un bassorilievo chiamato così perché raffigura un essere umano sospeso in volo (http://www.famsi.org/research/grove/chalcatzingo/grove_ch9.pdf) (figura 9.14 a pag.10). Questo è uno dei siti “minori” che visitiamo: non essendo inserito nei circuiti turistici mainstream, non è affollato e permette di sentire l’energia del luogo cerimoniale della tradizione Olmeca. Degli Olmechi sappiamo pochissimo: ritenuti da alcuni studiosi progenitori dei Maya, sono la civiltà più antica del Messico.

lunedì 22 luglio: andiamo a vedere la gigantesca piramide di Cholula (poco meno di due ore di viaggio), che è stata considerata a lungo la più alta piramide delle Americhe (prima della scoperta di El Mirador), e visiteremo i tunnel sottostanti. Le dimensioni di questa struttura sono realmente impressionanti; purtroppo le lastre di pietra che ricoprivano la piramide su tutti e quattro i lati sono state sottratte nei secoli e usate per costruire altre strutture – prima fra tutte la chiesa che sovrasta la collina artificiale. Solo uno dei quattro lati della piramide presenta ancora le lastre di pietra intatte, permettendo così di immaginare com’era originariamente la piramide. Anche in questo sito si esibiscono i Voladores di Papantla, proprio davanti al lato intatto della piramide.

martedì 23 luglio: visita a Chimalacatlan (2 ore e mezza di viaggio), altro sito “minore” – pertanto non infestato dai pullman turistici –risalente a più di 3000 anni fa, attribuito ai misteriosi Olmechi. Le dimensioni delle pietre utilizzate per edificare piattaforme e piramidi sono impressionanti, non vi sono altri siti cerimoniali in Messico con pietre di tale grandezza e peso. Antiche leggende Nahua parlano di un luogo mitico chiamato Tamoanchan, considerato la vera e propria culla di tutte le civiltà della Mesoamerica, una sorta di paradiso terrestre da cui sarebbero partiti gli antenati degli Aztechi e dei Toltechi per ripopolare la Terra dopo il Grande Diluvio.

mercoledì 24 luglio: siamo ancora in attesa della risposta per andare a vedere le misteriosissime e controverse pietre di Ojuelos, piccolo paese vicino Guadalajara nei cui pressi gli abitanti, nel corso degli anni, hanno trovato circa 300 pietre scolpite con immagini inequivocabili di UFO e alieni. Gli archeologi dell’INAH, pur ripetutamente invitati a recarsi in loco per verificarne l’autenticità, non lo hanno mai fatto, argomentando che non sono stati rispettati i protocolli e le modalità ritenuti da loro essenziali; questo permette di affermare che la loro autenticità non è stata accertata, e che si tratta di una bufala.(https://www.youtube.com/watch?v=restazSFt6o)

 C’è un altro sito da visitare in attesa di conferma: nello stato di Veracruz (3 ore di auto) potremmo andare vedere le cosiddette Pietre del Primo Incontro, anch'esse visibili su YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=r652f90b93g). Ci stiamo provando, ma sembra che arrivare a piedi alla grotta dove sono stati trovati questi reperti sia alquanto faticoso.

Se entrambi questi siti non fossero confermati, potremmo andare a visitare Tula, mitica capitale Tolteca a un’ora e mezza di distanza dalla capitale. L’attrazione più importante del sito è costituita dai quattro Atlanti, imponenti guerrieri cosmici pietrificati.

giovedì 25 luglio: oggi è il grande giorno! Questo viaggio è nato in risposta all’appello rivolto da Stephanie South (la Regina Rossa, direttore della Fondazione per la Legge del Tempo, già apprendista e compagna di vita del Prof. José Argüelles, autore de Il Fattore Maya e di Cronache di Storia Cosmica) a celebrare insieme il Giorno Fuori dal Tempo, ultimo giorno del Sincronario di 13 Lune di 28 Giorni, in cui tradizionalmente si celebra il Festival della Pace Attraverso Cultura in tutto il mondo. Ci saranno persone provenienti da decine di nazioni, e daremo vita ad un evento indimenticabile, che comprenderà una marcia cerimoniale ai templi, la meditazione sincronizzata del Ponte dell’Arcobaleno Circumpolare e la cerimonia di benedizione dell’acqua istituita in questo giorno dal compianto Masaru Emoto. Naturalmente visiteremo tutto il sito, enorme, le due Piramidi – del Sole e della Luna – e la Cittadella di Quetzalcoatl.

venerdì 26 luglio: secondo giorno di celebrazioni con la Regina Rossa presso l’hotel Villas Teotihuacan (http://villasteo.com/), nella zona archeologica di Teotihuacan, dove si terrà il convegno “Forum per il Futuro”. Oggi è il primo giorno della prima Luna del nuovo anno del Mago Magnetico Bianco, e sarà un grande onore e una grande benedizione trascorrerlo insieme ai kin di tutto il mondo, ascoltando le conferenze dei relatori (il programma completo è in via di definizione).

sabato 27 luglio: la giornata di oggi è dedicata ai misteri di Città del Messico. Ci rechiamo in centro, dove visitiamo lo Zocalo, piazza centrale della capitale sede del Palazzo del Governo, la Cattedrale e il ciò che rimane del Templo Mayor degli Aztechi. Proseguiamo poi con la visita al mercato esoterico di Sonora, luogo surreale dove sulle bancarelle, oltre a incensi, copal, ocote, cristalli, creme e saponi tradizionali, vedremo esposti animali impagliati, zampe di gallina, corna di cervo, serpenti essiccati, icone della Santa Muerte e tutto quello che serve per realizzare rituali di santeria (bamboline di cera, spilli, candele e altre amenità del genere).

domenica 28 luglio: altro highlight del viaggio, autentica chicca: visitiamo il sito di Xochicalco (1 ora e 45 minuti di auto), dove oltre alle rappresentazioni di Quetzalcoatl, il Serpente Piumato, c'è una grotta sacra detta El Observatorio de Quetzalcoatl. Un foro praticato sul soffitto della grotta è un tubo zenitale, fantastica realizzazione degli astronomi mesoamericani: segnala con precisione assoluta quali sono i due giorni dell'anno, a maggio e a luglio, in cui il sole si trova esattamente allo zenit a quella latitudine; in quei giorni (oggi è uno di quei due giorni) i raggi del sole, a mezzogiorno, entrano a perpendicolo attraverso il tubo zenitale, producendo un effetto straordinario (http://www.ancientpages.com/wp-content/uploads/2018/02/xochicalcoobservatory11.jpg); chi ha assistito a questa meraviglia assicura che si tratta di un'esperienza formidabile. Nei viaggi che facciamo in Messico ci andiamo sempre, ma non ci siamo mai stati in quelle date.

lunedì 29 luglio: oggi è il giorno del viaggio di ritorno; il nostro volo LH499 parte dall’aeroporto di Città del Messico alle 20,45, ma dobbiamo essere lì tre ore prima del volo. Considerando che dobbiamo liberare le camere di hotel entro mezzogiorno, e il traffico all’ora in cui dobbiamo andare in aeroporto, è meglio non prendere impegni e tenere la mattinata libera per gli ultimi acquisti coi pesos rimasti. Dopo pranzo ci ritroviamo tutti in hotel e alle 16 andiamo in aeroporto.

martedì 30 luglio: arriviamo a Francoforte alle 14,40 e alle 15,40 abbiamo il volo LH236 per Roma Fiumicino, dove arriviamo alle 17,25.